• 3
  • Feb
  • 0
Author

HIV

La ricerca chiropratica mostra miglioramenti della funzione del sistema immunitario nei pazienti positivi all’HIV. Scopri come tu o la tua famiglia potete trarre benefici dalla chiropratica. Chiama – 02 5162 1803

Chiropratica, Immunità Naturale, H.I.V. e A.I.D.S.

L’obiettivo della chiropratica è liberare i pazienti dalle sublussazioni vertebrali, una grave interferenza per la vita e la salute. Il corpo privo di sublussazioni può lavorare in modo più efficiente. Le ricerche stanno sempre più indirizzandosi a risolvere le sublussazioni per avere effetti benefici su molteplici ambiti della salute. La funzione del sistema immunitario è una delle maggiori aree di studio in chiropratica. La ricerca punta sempre più agli effetti degli aggiustamenti spinali sul sistema immunitario.

Ricerca AIDS/HIV

Iperemesi cronica in due fratelli con AIDS. Fallon, J. Int’l Chiropractic Association Review Summer 2002. Due fratelli di 4 e 6 anni con infezione HIV e affetti da AIDS. Entrambi i ragazzi soffrivano di grave iperemesi (vomito) associata a reazioni iperattive del riflesso faringeo e sottoposti ad una dieta liquida: il bimbo di 6 anni per bocca, il fratello attraverso un tubo gastrico. Il bambino di 6 anni era sottoposto ad un terapia antivirale ed il bambino di 4 anni ad un cocktail di farmaci per HIV (dopo che era fallita una monoterapia). Il bambino di 4 anni aveva una storia di infezione cronica alle orecchie ed il fratello aveva una grave disabilità di apprendimento. Entrambi avevano bisogno di stampelle; il più grande sbavava involontariamente. Esami spinali sul bambino di 4 anni rivelarono sublussazioni alle vertebre C1,C4, T4, T9 e T12. Sul fratello gli esami mostrarono sublussazioni a livello C1, T1 e T8. Vennero eseguiti aggiustamenti inizialmente 2 volte a settimana per tre settimane. Con tre settimane di cura il fratello maggiore poteva camminare meglio, era capace di usare solo una stampella invece che due, mangiò cibo solito per la prima volta dalla sua nascita, il suo cronico sbavare cessò così come il reflusso gastroesofageo ed il vomito; comunque se trascorrevano più di 30 giorni senza aggiustamenti questi disturbi ritornavano. Il bambino più piccolo riuscì a frenare il reflusso ed ingerire cibo liquido via orale, il vomito era ridotto e le sue infezioni alle orecchie cessarono. In pochi mesi fu capace di mangiare cibo solido. Se riceveva gli aggiustamenti 1-2 volte al mese il vomito non tornava.

Difficoltà nel parlare. Assenza di cellule-T, disfunzione immunitaria, influenza cronica. Caso di studio. International Chiropractic Pediatric Association newsletter. November 1996.

Caso di un bambino di 5 anni a cui era stato diagnosticato malformazione al rachide cervicale, grave scoliosi ed un grave spostamento in avanti del collo. Il bambino non articolava bene le parole, aveva assenza di cellule-T e disfunzione del sistema immunitario ed era soggetto ad influenza cronica. Era stato consigliato un intervento per correggere la posizione dello scheletro. Nella prima serie di aggiustamenti abbiamo aggiustato il bambino in una posizione eretta usando il metodo Toggle per bambini; venne aggiustato l’atlante. Il bambino venne riesaminato nel Paese in cui era nato e lo staff medico affermò che ogni cosa era normale. Il bambino ritornò negli Stati Uniti, per la visita chiropratica, sei mesi dopo. Ora il vocabolario era normale, così la posizione della testa. Non si erano verificate evidenti influenze in questi mesi. Il grado di scoliosi era grandemente ridotto.

Gli effetti di specifici aggiustamenti cervicali nei pazienti positivi all’HIV. Selano JL, Hightower BC, Pfleger B, et al. Chiropractic Research Journal. 1994; 3(1): 32-39

Tutti i pazienti in questo gruppo avevano HIV e AIDS e stavano ricevendo trattamenti medici. 5 pazienti avevano aggiunto la cura chiropratica. Dopo 6 mesi quelli non sottoposti a cura chiropratica soffrivano di un declino del 7.96% (e due morirono) mentre il gruppo che riceveva gli aggiustamenti chiropratici sperimentò un aumento delle cellule del 48%. Questo indica che la correzione delle sublussazioni cervicali potrebbe migliorare la funzione immunitaria. Nota: originariamente questo studio doveva svolgersi nel corso di un anno, ma dopo la morte di due pazienti del gruppo di controllo con AIDS, il Dr. Grostic decise di interrompere la ricerca e sottoporre tutti gli altri pazienti del gruppo di controllo alla cura chiropratica.

Chiropratica e HIV. Martin, C; Journal of the American Chiropractic Association 1995; 3212: 41-4.

Questo articolo revisionava il lavoro di chiropratici con pazienti affetti da HIV, il quale suggeriva che la manipolazione vertebrale può avere una grande efficacia. Dal miglioramento dei sintomi come neuropatia periferica, alla stimolazione dei componenti del sistema immunitario, la chiropratica sta incoraggiando il benessere di ognuno. La riduzione dello stress, l’educazione verso uno stile di vita che migliori il sistema immunitario e la rimozione delle interferenze del sistema nervoso, sono i principali benefici che la chiropratica offre.

Leave a Comment