I Progressi della Chiropratica

La Chiropratica ha fatto molti progressi negli ultimi 100 anni di vita, ma non siamo ancora alla fine del percorso di miglioramento.

I chiropratici di Famiglia Chiropratica sono molto aperti come ricercatori, perché questo è l’unico modo per far progredire la scienza e la conoscenza, ma sono anche molto “ortodossi” come chiropratici: se proponiamo una terapia, lo facciamo sulla base delle evidenze, e se capita di proporre una terapia sperimentale, lo spieghiamo con chiarezza ai nostri pazienti.

All’interno della colonna vertebrale scorre il midollo e dalla colonna vertebrale escono i nervi che innervano gli organi, i muscoli, le gambe e le braccia e ne consentono il movimento: strutture molto delicate protette dalla colonna. Se la forma ed il movimento della colonna vertebrale non sono controllate perfettamente, queste strutture si ledono.

Nessuna terapia è miracolosa, nessuna terapia ha il 100% di efficacia. Se qualcuno propone una terapia come efficace al 100% dei casi, o siete di fronte a uno sprovveduto, o siete di fronte a un fanatico, o siete di fronte a un ciarlatano.Il nostro scopo è di migliorare la forma e la funzione della colonna vertebrale e del sistema nervoso contenuto al suo interno. Così che il corpo possa guarire e mantenersi sano con più facilità. Il chiropratico esamina la colonna vertebrale per trovare zone di mal-funzionamento conosciute come sublussazioni vertebrali.

Le sublussazioni sono presenti quando si verificano limiti di movimento (blocco) tra le vertebre e c’è evidenza di interferenza in una o più aree del sistema nervoso (muscoli, organi, sensibilità).La postura e la posizione della colonna vertebrale sono stati collegati a diversi problemi di salute grazie a diversi studi scientifici.

La sublussazione vertebrale è di natura degenerativa. Senza trattamento continua a degenerare fino al punto in cui il disco intervertebrale si consuma così tanto che le vertebre intorno si fondono insieme. La velocità della degenerazione dipende da diversi fattori della persona.Il nostro lavoro è principalmente di natura riabilitativa. Desideriamo fare cambiamenti duraturi nel tempo. Come nel caso dell’ortodonzia, i cambiamenti brevi non durano tanto, ma nel tempo possono essere raggiunti cambiamenti significativi. Nei bambini è possibile che occorrano mesi di cura, negli adulti anni.

È possibile cambiare la posizione della colonna vertebrale anche da adulto. Ovviamente più danno si accumula nella colonna vertebrale, più lavoro e più tempo servono. Utilizziamo una tecnica tre-dimensionale grazie alla quale vogliamo influire sulle articolazione (mobilità), i muscoli (rafforzare le debolezze) ed i legamenti (bilanciare tra troppo tesi e troppo molli). Il nostro approccio comprende aggiustamenti chiropratici ed esercizi posturali specifici.

I nostri risultati sono molto buoni. Recentemente abbiamo fatto un sondaggio sul grado di soddisfazione dei nostri pazienti e abbiamo ottenuto un riscontro dell’87% (sondaggio su oltre 200 pazienti).

Quali benefici posso trarre dalla chiropratica?

La ricerca ha già dimostrato che la chiropratica potrebbe aiutare con i seguenti disturbi:

    • Mal di Schiena
    • Mal di Collo
    • Mal di Testa
    • Discopatia (protrusione ed ernie)
    • Ulcere
    • Aumento di prestazione sportiva
    • Asma
    • Funzione polmonare
    • Funzione immunologica
    • Dolore Cronico
    • Efficacia relativa al costo
    • Morbo di Crohn
    • Colpa di frusta
    • Problemi muscolari e articolari
    • Presenza sul posto di lavoro
    • Coliche
    • Otite
    • Vista
    • Pressione Sanguinea (*elenco di referenze disponibile su richiesta)

Effetti collaterali:

Clinicamente, più dell’80% delle persone si sente meglio dopo il primo aggiustamento, con più agilità e maggior capacità di movimento. Una piccola percentuale (circa il 5%) non sente nessuna differenza dopo il primo aggiustamento. Similmente, circa il 5%, dopo il primo aggiustamento, si sente eccezionalmente bene. Un altro 5% può sperimentare indolenzimento e rigidità per qualche ora dopo il primo aggiustamento; ciò può essere causato dal rilascio di acido lattico dei muscoli; bere molta acqua dovrebbe aiutare. Nonostante la nota sicurezza della chiropratica, qualsiasi lavoro o movimento delle strutture sensibile potrebbe causare un peggioramento della condizione.

Se sente sintomatologia nuove o irregolare parla con il suo chiropratico.La cura chiropratica può stabilizzare la pressione sanguigna. Se una persona ipertesa sta assumendo farmaci per la sua condizione potrebbe avere capogiri, dal momento che la pressione potrebbe abbassarsi più del normale. Tieni sotto controllo la pressione e se noti qualcosa parlane col tuo medico curante, solo sotto la sua supervisione puoi diminuire o cessare l’assunzione dei farmaci.Clinicamente è estremamente raro che il movimento della testa con esercizi e aggiustamenti possa causare il distacco di “piccolissimi sassolini” nell’orecchio chiamati otoliti; se ciò dovesse verificarsi ci sono speciali manovre che risolvono il problema.

Sono estremamente rari i casi di dolore intercostale dovuto allo spostamento della cartilagine delle costole o piccole fratture per il movimento sul lettino o per diversi tipi di aggiustamento. Se hai già avuto in passato fratture delle costole senza traumi o soffri di osteoporosi, fallo sapere al tuo chiropratico. Se si dovesse verificare questo problema, come per altri tipi di traumi alle costole, servono 21 giorni per ristabilirsi.Alcuni detrattori americani hanno affermato che la manipolazione cervicale può causare lesioni della arterie del collo.

Ad ogni modo, la ricerca scientifica disponibile non ha dimostrato alcuna connessione. Per esempio, in uno studio che comprendeva circa 5 milioni di manipolazioni cervicali, dal 1965 al 1980, al The National College of Chiropractic Clinic, a Chicago, non è stato riscontrato un solo caso di lesioni alle arterie del collo o di danni gravi.Un altro studio ha revisionato il valore di una documentazione ospedaliera nell’arco di 10 anni, coinvolgendo 100 milioni di “anno-persona” (numero pazienti x anni di cura). La documentazione rivelava che non c’era stato alcun aumento di rischio di dissezione vertebrale con la cura chiropratica in confronto alle visite mediche. In fine, 2 studi medici anno affermato che simplice rotazione al collo (movimento tipo retromarcia) crea più stress agli arteria che l’aggiustamento vertebrale fatto da un chiropratico.

Controindicazioni:

Controindicazioni assolute degli aggiustamenti spinali riguardano patologie di debolezza ossea, come tumori e fratture.Controindicazioni generali possono riguardare gravi osteoporosi e/o condizioni di infiammazioni spinali, come artriti psoriatiche o reumatoide (nella fase acuta) ma possono essere usate in tutta sicurezza diverse tecniche dolci.

Altri trattamenti:

La medicina e la chirurgia non hanno trattamenti per la degenerazione spinale. La fisioterapia può essere in grado di aiutare con i fastidi ma non c’è un trattamento specifico per la degenerazione spinale dovuto a sublussazione.

Conseguenze del non trattamento:

Le sublussazioni vertebrali degenerano nel tempo e possono causare fusione delle vertebre. La gravità della degenerazione e l’impatto neurologico causato dalla degenerazione possono variare da individuo a individuo; ciò è noto clinicamente e nel campo della ricerca scientifica. Alcuni tipi di esercizi e uno stile di vita sano possono aiutare a rallentare la degenerazione, ma non correggeranno i difetti delle curve spinali.