• 3
  • Feb
  • 0
SUBLUSSAZIONE
Author

Sublussazione

La ricerca mostra la relazione tra la sublussazione vertebrale e un ottimo stato di salute. Scopri come tu o la tua famiglia potete trarre benefici dalla chiropratica. Chiama – 02 5162 1803

CHE COS’É UNA SUBLUSSAZIONE?

Descritta spesso in pratica come dislocazione parziale, una sublussazione è un leggero movimento/spostamento delle vertebre dall’allineamento che causa una pressione o l’irritazione dei nervi. La spina dorsale perde il movimento e/o la posizione normali e può avere un’influenza sui nervi in questione e sulle vertebre intorno alla zona di sublussazione. Poiché le vertebre non stanno funzionando correttamente questo può causare l’usura dei dischi e di legamenti, muscoli e altri tessuti spinali collegati. Questa interferenza nervosa provoca una riduzione delle funzioni svolte all’interno del corpo. Seguono spesso dolore, infiammazione e debolezza. Una volta che il sistema nervoso è stato alterato da una sublussazione, la salute ed il benessere globali della persona si riducono. I Chiropratici individuano le sublussazioni che causano l’interferenza nel sistema nervoso. Poi correggono l’interferenza attraverso movimenti delicati della spina dorsale. Questo movimento viene solitamente fatto con le mani, che allevia la pressione sui nervi e quindi aiuta nella correzione e migliora la salute dei nervi.

COSA CAUSA LE SUBLUSSAZIONI?

Le Sublussazioni sono causate in vari modi. Possono essere risposte a fattori fisici, emozionali o chimici.

FISICI

Il processo della nascita, scivolamenti, cadute, incidenti stradali, abitudine a dormire poco, movimenti ripetitivi, traumi sportivi, cattive abitudini posturali ecc..

EMOZIONALI

Condizioni stressanti come problemi di famiglia, il divorzio, la morte di una persona cara, le tensioni di lavoro, i problemi della vita e l’incapacità di controllare situazioni stressanti.

CHIMICI

Le sostanze inquinanti esterne nell’ambiente, il fumo, le droghe, gli scarichi delle automobili, l’alcool, una dieta povera di nutrienti.

QUALI SONO I SINTOMI ASSOCIATI ALLE SUBLUSSAZIONI?

La maggior parte dei pazienti realmente aspettano finché non abbiano un sintomo quale dolore prima di cercare aiuto nella cura chiropratica. Si possono avere una gamma di sintomi, compreso:

  • Infiammazione e gonfiore
  • Dolore al collo
  • Dolore alla schiena
  • Poca energia
  • Dolore al tatto
  • Riduzione o perdita di mobilità
  • Spasmi muscolari
  • Sensazioni di formicolio
  • Debolezza, vertigini
  • Rigidità muscolare
  • Perdita di controllo sui muscoli o sugli organi.
  • Stato di salute globale debole
  • Emicranie
  • Vertigini
  • Coliche
  • Asma
  • Depressione
  • Obesità
  • Costipazione
  • Diarrea
  • Dolore delle gambe e delle braccia
  • E la lista va avanti…

Dobbiamo sottolineare che la gente che non sta avvertendo alcuni sintomi non è necessariamente libera da sublussazioni. È comune che il dolore sia l’ultimo sintomo ad apparire ed il primo sintomo a scomparire. Proprio come una carie ai denti, non ci rendiamo conto che la abbiamo finché non si decompone per mesi o possibilmente anni prima di avvertire il “mal di denti” .

Disordini funzionali (blocchi) della spina dorsale nei bambini. Lewit K. Manuelle Therapie, J.A. Barth, Lipsia, 1973. Chap.2.7. Pp.50-54.

I disordini funzionali sono considerati come le prime manifestazioni della malattia spinale (causata da una sbagliata posizione vertebrale), con i primi sintomi che compaiono ad una giovane età. Nei casi di emicrania di complessivamente 57 bambini, 48 hanno avuto risultati eccellenti dopo la terapia di manipolazioni. I disordini funzionali nei bambini possono manifestarsi come problemi di insonnia, perdita di appetito, problemi psichici o con il ciclo mensile e possono non presentare dolore spinale.. Gli studi di bambini in buona salute hanno rivelato sublussazioni a livello del bacino nel 40% di tutti gli scolari, fissazione cervicale nel 15,8%. Dopo i trattamenti manipolatori, i problemi si sono ripresentati raramente.

Il concetto di ricerca della malattia vertebrogenica (causata dal malposizionamento vertebrale) nel CSSR. Stary O. Clinic di neurologia, Charles università Praga, supplemento di Universitatis Carolinae (Med) di acta. 1965.

Più della metà della popolazione soffre di malattie vertebrogeniche per determinati periodi della loro vita. I disordini della colonna vertebrale possono cominciare nell’infanzia molti anni prima della manifestazione clinica.

Sindrome del blocco dei nervi dell’ atlante in neonati ed in piccoli bambini. Gutman G. ICA Review, 1990; Luglio: 37-42. Originale pubblicato in tedesco Manuelle Medizin (1987) 25:5-10.

Dall’estratto: I rapporti di tre casi sono esaminati per illustrare una sindrome che finora ha ricevuto lontano troppo poca attenzione e che è causata e perpetuata in bambini ed in neonati dal blocco degli impulsi nervosi dell’atlante. Inclusi nel quadro clinico sono l’abbassamento della resistenza alle infezioni, in particolare alle infezioni dell’orecchio, della gola e del naso, due casi di insonnia, due casi di asimmetria del cranio ed un caso ciascuno di torcicollo, sviluppo locomotore ritardato, sviluppo linguistico ritardato, congiuntivite, tonsillite, rinite, mal d’orecchi, sensibilità estrema del collo, scoliosi incipiente, sviluppo ritardato dell’anca, e “fitte”.

 

Disfunzioni lombari nei bambini. Bourdillon JE, Day EA, Bookhout MR: Spinal Manipulation, 5th edition. Oxford, England, Butterworth-Heinemann Ltd, 1992.

In cliniche ortopediche scolastiche uno degli autori ha visto molti bambini di scuola primaria con sintomi dovuti a disfunzioni lombari. Nella maggior parte dei casi, un genitore ricorderebbe una lesione una volta specificamente chiesto, ma la storia deve essere cercata prima di essere menzionata. A meno che questi bambini non siano trattati prima che abbiano raggiunto l’età adulta, le asimmetrie compensative quasi certamente si saranno fissate e richiederanno il trattamento.

 

Sono i cambiamenti radiografici nel tratto toracico e lombare della colonna vertebrale dell’adolescente fattori di rischio per dolore lombo-sacrale negli adulti? Potenziale studio di gruppo su 640 scolari, in un arco di tempo di 25 anni. Spine, 1995;20:2,298-302.

Questo è uno studio svolto su 640 bambini di 14 anni che sono stati seguiti dal 1965 al 1990 per determinare i fattori di rischio per lo sviluppo di dolore lombo-sacrale nell’età adulta. Il dolore lombo-sacrale durante il periodo della crescita e la storia della famiglia erano entrambe collegati all’aumento del rischio. La rilevanza del dolore alla schiena era dell’84% per questo gruppo. La proporzione di soggetti con anomalie radiografiche era del 36% e questa è stata associata con un aumento dell’incidenza di dolore alla schiena nell’età adulta. In un modo interessante, i ricercatori hanno trovato un aumento dell’incidenza dei problemi mentali quali timore o la depressione nel gruppo di pazienti con i cambiamenti radiografici nella zona T11-L2.

 

“Lo scopo principale della formazione è di creare uomini che siano capaci di fare cose nuove, non semplicemente di ripetere quello che altre generazioni hanno fatto – uomini che siano creativi, inventivi e scopritori” — Jean Piaget

La sublussazione vertebrale correlata con disagi somatici, viscerali ed immunitari: un’analisi di 650 bambini sottoposti a cura chiropratica. Ogi Ressel BSc, DC, DACBR(C), FICPA e Robert Rudy BSc, DC, FICPA. JVSR,October 18, 2004

Contesto: Abbiamo valutato i bambini ed il loro sviluppo neuromuscolare, biomeccanico, neuro-omeostatico e sviluppato un modello per raggiungere una certa comprensione sul problema imbarazzante del raggiungimento della salute. Descriviamo le sfumature e gli effetti di un nuovo modello di sublussazione visto nei bambini – il complesso di Sublussazione pelvico distorsivo (PDSC). Riteniamo che il PDSC sia responsabile, parzialmente o completamente, per una serie di modelli neurologici adattabili e riflessi chinesiopatologici che possono propagare una miriade di condizioni – questi sembrano insorgere nell’infanzia e affliggere gli individui nell’età adulta. Gli autori sostengono che il PDSC sia una condizione che può essere corretta – dunque ristabilendo l’omeostasi. Obbiettivo: È oggetto del dibattito dell’autore che molti, se non la maggior parte dei sintomi già visti negli adulti, hanno la loro origine durante gli anni dell’infanzia. L’obiettivo di questo scritto è di descrivere un nuovo modello di sublussazione visto nei bambini – il complesso di sublussazione pelvico distorsivo che abbiamo riscontrato essere un comune denominatore in molte pubblicazioni sulla salute dei bambini. Metodi: Abbiamo esaminato bambini di età diverse, con disturbi diversi e dei livelli di salute diversi. Tutti i bambini nello studio sono stati scelti a caso ed erano pazienti del nostro centro. Tutti gli esami sono stati eseguiti da 6 equipe di dottori con certificazione pediatrica dall’Associazione Pediatrica Chiropratica Internazionale. Il campione iniziale comprendeva 677 bambini; 27 sono stati esclusi per le seguenti ragioni: non c’erano informazioni pelviche disponibili, il bambino aveva un’età inferiore ai due anni, il bambino aveva un’età superione ai 18 anni. Il nostro campione finale era costituito da 327 ragazzi e da 323 ragazze. L’analisi dei risultati dell’esame, degli esami radiologici, dell’elettromiografia di superficie e della termografia a infrarossi è stata valutata statisticamente. Abbiamo preso 5 parametri di disturbo rivelati dai bambini (o citati dai loro genitori) e divisi secondo classi di disturbo: a. Somatico, b. Viscerale/Autonomo, c. Comportamentale, d.. Immunitario, e. Altro. Tutti i dati sono stati sistemati secondo tre fasce d’età : a. 2-4, b. 5-12, c. 13-18, ed inoltre sono stati categorizzati in base al sesso e ai punteggi totali. Risultati: La maggiore evidenza del PDSC è presentare una fissazione del bacino a sinistra ed una corrispondente ipermobilità. Abbiamo trovato che il 96% di tutti i bambini sembrano possederla e sono soggetti agli effetti del complesso di sublussazione pelvico distorsivo. Il PDSC era un comune denominatore nei disturbi che presenta il nostro campione di bambini. Questi sono riassunti in una percentuale del campione totale ed i disturbi più comuni dei bambini nel nostro studio sono principalmente di natura somatica con alcune componenti viscerali ed immuni. Conclusione: Il processo dell’apprendimento o di programmazione neurologica del sistema nervoso centrale riguardo la locomozione, la postura, la propriocezione e la cinetica del corpo, comincia entro alcuni mesi dopo la nascita. Il nostro studio ha rivelato un modello di disfunzione pelvica correlato con numerosi disturbi somatici, viscerali ed immuni. Queste disfunzioni dovrebbero essere scoperte il prima possibile nello sviluppo del bambino per effettuare una correzione e la relazione fra queste disfunzioni e la malattia dovrebbe essere ulteriormente studiata.

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.